sabato 23 maggio 2009

Silenzio assordante

Mentre la crisi sembra toccare il punto più alto, e l'Italia raggiunge gli ultimi posti in Europa per livello di salari, il silenzio dei politici diventa assordante, non che rinuncino a dar fiato alla bocca, ma ciò che ne esce è solo aria fritta secondo un schema che assomiglia drammaticamente ad una sceneggiata, critiche – accuse – smentite – controaccuse, il tutto farcito di ovvietà del tipo: si devono fare le riforme.

Le considerazioni sul merito delle cose sono del tutto estinte, le proposte, ormai rarissime, vengono subito messe da parte sono ormai inutili fastidi nel mezzo del non-dibattito politico, per non parlare di apprezzamenti per il lavoro fatto da “nemici” politici, si tratta di qualcosa del tutto al di fuori della logica della politica italiana, che a mio parere viene a smentire la sua reale dimensione politica, questa è antipolitica.

mercoledì 6 maggio 2009

E mi meraviglio ancora

Per descrivere ciò che accade in Italia con un solo aggettivo, questo non potrebbe essere che: incredibile. Assistiamo inermi ad un vergognoso esercizio di disinformazione, i media di massa, quelli che raggiungono l'italiano medio, televisione e giornali sono monopolizzati dall'imperante tema del rapporto tra il Presidente del Consiglio e sua moglie, è eloquente il fatto che il primo servizio del telegiornale di prima serata sia di Raiuno che di Canalecinque parli approfonditamente del tema, che di fronte alla perplessità di pochi viene sviscerato in ogni sua angolazione.