mercoledì 6 maggio 2009

E mi meraviglio ancora

Per descrivere ciò che accade in Italia con un solo aggettivo, questo non potrebbe essere che: incredibile. Assistiamo inermi ad un vergognoso esercizio di disinformazione, i media di massa, quelli che raggiungono l'italiano medio, televisione e giornali sono monopolizzati dall'imperante tema del rapporto tra il Presidente del Consiglio e sua moglie, è eloquente il fatto che il primo servizio del telegiornale di prima serata sia di Raiuno che di Canalecinque parli approfonditamente del tema, che di fronte alla perplessità di pochi viene sviscerato in ogni sua angolazione.


In un Paese dalle mille emergenze, come si può calpestare la dignità delle persone con tale tranquillità, ignorando deliberatamente l'infinità di possibili argomenti nazionali e internazionali di sicura maggiore rilevanza.

Oltre la meraviglia resta solo l'esigenza di avere risposte: Qual'è il ruolo dei giornalisti più visibili? Lasciarsi suggestionare dalle teorie del complotto è assai facile tuttavia è difficile negare in atteggiamenti come questo un preoccupante asservimento al potere, e se tanti possono con internet avere accesso al pluralismo di informazione, troppi ancora restano davvero ostaggio dell'irresponsabilità dei potenti, irretiti nelle maglie comode della disinformazione.


Nessun commento:

Posta un commento